Da 10 anni vegliava sulla tomba del padrone, è morta Nicoletta

Posted by

Dal 29 gennaio 2009 fino a pochi giorni fa aveva vegliato sulla tomba del suo proprietario Alfred, scomparso poco più di dieci anni fa, nel piccolo cimitero della frazione di Panza, sull’isola d’Ischia. Una storia commovente, raccontata da Repubblica nei mesi scorsi e divenuta virale. Oggi Ischia piange Nicoletta, il bellissimo meticcio che aveva eletto a sua dimora il cimitero sin dai giorni successivi alla dipartita del suo proprietario, intenerendo custodi e residenti, che avevano finito con l’adottarla e darle da mangiare per anni, anche nei lunghi inverni. Nelle ultime settimane, le condizioni di salute del cane – che spesso restava per ore accucciata proprio ai piedi della tomba del suo proprietario, di origini tedesche – erano diventate precarie. “Per noi Nicoletta era diventata un’amica, siamo costernati ma siamo convinti che ora raggiungerà il suo proprietario, che non aveva mai dimenticato”, commenta Enrico, che gestisce una pensione a pochi metri dal cimitero e che non le aveva lesinato attenzioni e cure, soprattutto negli ultimi anni. E ora la sua storia, che ricordava da vicino quella del cane giapponese Hachiko (che –  alla morte del padrone – per dieci anni continuò ad attenderlo invano alla stazione giapponese di Shibuya), potrebbe essere sintetizzata in una targa o addirittura in una statua. “Qualcosa che renda immortale il suo esempio e la sua fedeltà”, auspicano i custodi, che da oggi saranno un pochino più soli, senza l’allegro scodinzolare di Nicoletta.





ECHO-DISCOVERY by C.R.T.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *