Oggi 27 febbraio 2020, salgono a 650 i contagiati

Posted by

— Sono saliti a 650 i positivi al Coronavirus in Italia. Si registrano poi altri tre decessi in Lombardia, tutti di ultraottantenni. Lo ha detto il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, facendo il punto sull’emergenza. Sono inoltre guarite altre tre persone in Lombardia affette dal Coronavirus: nella regione sono ora in totale 40. “Tutto è nella norma, non c’è nessuna criticità nella zona rossa”, ha detto Borrelli. “Il Dipartimento ha reso disponibile e stanno arrivando oltre 35 mila mascherine in Emilia Romagna Piemonte, Lombardia e Veneto”.

— Dopo il decreto del Tar Marche che ha sospeso l’ordinanza della Regione di chiusura delle scuole e di sospensione delle manifestazioni pubbliche per l’emergenza Coronavirus, il governatore Luca Ceriscioli ha annunciato l’emanazione di una nuova ordinanza “con nuove motivazioni rafforzate” dal fatto che “i casi positivi nelle Marche sono diventati sei”. Dunque scuole di nuovo chiuse e manifestazioni sospese. Il provvedimento avrà effetti fino alle 24 di sabato” con “stesse indicazioni e misure dell’ordinanza precedente”. “Siccome il Tar ha motivato che al momento dell’ordinanza non erano segnalati casi e i casi positivi sono diventati sei nella nostra Regione, – ha spiegato – ho ritenuto di fare una nuova ordinanza”

— Il Coronavirus è arrivato anche al Sud Italia. Oltre alle piccole Basilicata e Molise, al momento si salva solo la Calabria. Abbiamo casi accertati in Sicilia, Campania e Puglia. Dopo i tre casi accertati nei giorni scorsi a Palermo, stamattina una donna è risultata positiva a Catania. E’ la 4ª persona con Coronavirus in questo momento in Sicilia. Il governatore della Trinacria, Nello Musumeci, confermando la notizia, ha detto che: “La donna proviene dalla Lombardia. Arrivava da Milano dove era andata a trovare la figlia.”. Il governatore ha spiegato che alla paziente sono stati fatti due tamponi, entrambi positivi. Si trova nel reparto di malattie infettive dell’ospedale Garibaldi. “Stiamo aspettando l’esito dello Spallanzani” per la validazione, aggiunge. “La Sicilia non e’ una terra in cui non si puo’ sbarcare e non si puo’ atterrare: pero’ servono controlli perche’ non e’ possibile che i due casi registrati di positivita’ al Coronavirus riguardano turisti del Nord perche’ nella nostra isola non c’e’ un focolaio. Sarebbe meglio che i turisti dal Nord non venissero” ha detto Musumeci.

— Sospese le messe in tutte le Marche a causa dell’emergenza Coronavirus, a Fabriano ci si attrezza. Don Umberto Rotili, parroco della più popolosa parrocchia della città, Beata Maria Vergine della Misericordia, ha organizzato un collegamento con la sua pagina Facebook: oggi alle 19 ci si può collegare per assistere in diretta alla celebrazione del rito delle Ceneri in streaming. “Sarà possibile seguire tutta la celebrazione e partecipare spiritualmente alla comunione eucaristica” ha annunciato don Umberto in un post che ha subito ottenuto tantissimi like e commenti di apprezzamento da parte dei suoi parrocchiani e non solo. Non sarà l’unica celebrazione eucaristica via social: il parroco della Misericordia ha annunciato che la diretta streaming sarà ripetuta domenica 1 marzo alle 11.

— Israele impedirà l’ingresso dei cittadini italiani nel paese con l’obiettivo di prevenire il diffondersi del coronavirus. Lo ha annunciato il ministro degli interni Arie Deri, sottolineando che firmerà un decreto in questo senso. “Non abbiamo scelta – ha spiegato, citato dai media – il virus si è sparso in Italia”.
Il premier giapponese Shinzo Abe ha ordinato la chiusura di tutte le scuole elementari e medie superiori del Paese a partire da lunedì 2 marzo per almeno due settimane, per anticipare una diffusione a livelli allarmanti del coronavirus. Il provvedimento non riguarda tuttavia il funzionamento degli asili nido. Le autorità della Danimarca hanno annunciato oggi il primo caso accertato di coronavirus: si tratta di un uomo che era rientrato dall’Italia con la sua famiglia il 24 febbraio dopo aver trascorso una vacanza in una località sciistica in Lombardia. Sua moglie e suo figlio sono risultati negativi ai test e le condizioni dell’uomo sono state definite abbastanza buone. “Condanniamo tutte le speculazioni che qualche sciacallo sta facendo su gel e mascherine queste persone saranno punite”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in conferenza all’Associazione Stampa Estera.

— L’edizione 2020 della Fiera degli orologi di Ginevra, prevista dal 25 al 29 aprile prossimi, è stata annullata a causa dell’epidemia di coronavirus: lo ha reso noto oggi la Fondation de la Haute Horlogerie che organizza l’evento. Si tratta “della decisione più responsabile nell’attuale contesto dei rischi sanitari”, ha indicato la Fondazione in un comunicato.

—  Un ragazzo di 26 anni di origine cinese è stato picchiato lunedì sera in un bar di una stazione di servizio di Cassola (Vicenza) perché considerato “infetto” da Coronavirus. Zhang ha subito insulti, spintoni e bottigliate in testa dagli altri clienti che gli hanno dato dell’”untore“. I carabinieri, dopo aver ascoltato tutti i presenti, tra cui la titolare del bar, hanno acquisito alcuni filmati di videosorveglianza della zona, poi risultati utili per individuare l’aggressore. Si tratta di V. M., un 22enne de luogo, già noto alle forze dell’ordine. Il giovane, che abita a Bassano del Grappa, doveva fare benzina ma aveva con sé solo 50 euro ed era entrato nel bar per chiedere alla cassiera di poter cambiare quella banconota in altri tagli. La cassiera, tuttavia, non gli ha dato neanche il tempo di fare la sua richiesta, e gli gridato: “Hai il Coronavirus, non puoi entrare”. A quel punto il ragazzo ha risposto ribadendo che lui stava bene. Parole che non sono piaciute al 22enne, che per tutta risposta ha impugnato una bottiglia di birra – secondo quanto riferito ai carabinieri dalla vittima era una bottiglia, la cameriera parla di un bicchiere e il testimone è dubbioso – e gliel’ha rotta sulla testa. L’aggressore è stato quindi fatto uscire da altre due amici che erano con lui, per poi allontanarsi velocemente. La vittima ha chiamato il 112 e alla pattuglia dei carabinieri ha raccontato tutto. Il 26enne cinese è stato poi accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale di Bassano del Grappa dove è stato trattenuto in osservazione e poi dimesso il giorno dopo con una prognosi di alcuni giorni.
Purtroppo è solo l’ennesimo caso di intolleranza nei confronti di cittadini di origine asiatica, compresi quelli che provengono da Paesi che solo marginalmente sono stati interessati dal contagio del virus originatosi a Wuhan.

Hits: 149